Skyline di Shanghai di fronte al fiume
Asia,  Cina

10 cose da fare assolutamente a Shanghai

Shanghai è una città pazzesca, in grado di raccontare la storia della cultura e delle tradizioni della Cina, ma anche della modernità e dell’avanzamento tecnologico di questo incredibile paese.

È sicuramente una città molto “occidentale”, che poco ha a che fare con il resto della Cina, ma anche se a primo impatto ricorda più “Sex and the city” che “L’ultimo Imperatore”, ritroverete tutti quei tratti distintivi dell’Asia che personalmente mi hanno fatto innamorare di questo continente.

La città è ovviamente immensa, quindi se avete poco tempo bisogna selezionare cosa vedere. Dopo averci passato 2 settimane, ecco il mio elenco di cose irrinunciabili da fare a Shanghai!

Cliccate sul pulsante qui sotto per vedere tutti i posti di cui vi parlerò direttamente sulla mappa. Attenzione però: usate la mappa per il vostro planning, ma in Cina Google funziona molto male (ammesso che abbiate una VPN per accedervi 🙂 )

1. Mangiare gli Sheng Jian Bao da Yang’s Dumpling

Giuro, è la prima cosa che ho fatta dopo essere atterrata a Shanghai alle 5:20 e aver dormito fino alle 14 per poter affrontare la giornata. Ho lasciato il mio albergo e mi sono diretta a Huanghe Road, una famosa via piena di posticini dove mangiare una cosa veloce, e ho puntato subito Yang’s Dumpling. In realtà si tratta di una catena che potete trovare in diversi punti della città, cosa fantastica dato che senz’altro ve ne innamorerete e vorrete mangiarli ancora e ancora.

Piatto nero con 4 ravioli cinesi coperti di sesamo
I deliziosi Sheng Jian Bao di Yang’s Dumpling

2. Camminare la sera lungo il Bund

Naturalmente percorrere questo lungofiume è la top cosa da fare a Shanghai. E’ una tappa assolutamente imperdibile per ammirare i famosissimi grattacieli che si trovano sulla riva opposta, a Pudōng.

Lo skyline che si ammira la sera dal Bund

3. Girovagare per il bazar vicino al Giardino del Mandarino Yu

Nel cuore della città vecchia, questo bazar super caratteristico offre qualsiasi tipo di cibo e souvenir possiate desiderare. Anche se può risultare un po’ pacchiano, io l’ho trovato molto vivace e l’architettura tipicamente orientale mi ha subito affascinata.

All’interno del Bazar

4. Percorrere East Nanjing Road

Questa via è una delle più affollate del paese: negli orari di punta mi è capitato di vedere i vigili dirigere il traffico dei pedoni! Su Nanjing Road si affacciano naturalmente tutti i più grandi negozi che troviamo anche in occidente e centri commerciali enormi! Se volete sperimentare con il cibo locale, vi segnalo lo Shanghai First Foodmall: oltre a un paio di piani di ristoranti, nel resto dell’edificio troverete moltissimi prodotti tipici cinesi. Buon appetito!

Via affollata di Shanghai di giorno, con negozi e centri commerciali e insegne colorate
East Nanjing Road

5. Visitare il Tempio del Buddha di Giada

Nel distretto di Jìng’ān, tra i vari edifici tradizionali vi segnalo questo monastero buddhista formato da un complesso di Templi con numerose statue, tra cui quella del Buddha di Giada appunto. Il tempio è molto simile a tutti i vari templi che potete apprezzare in Asia, ma personalmente l’ho trovato un’oasi di pace e tranquillità del caos di Shanghai (se avete la fortuna di non beccare troppi turisti). Se non vi siete già stufati dei templi asiatici, fateci un salto!

Tempio buddhista circondato da grattacieli
Il tempio circondato dai grattacieli

6. Fare una crociera sul fiume Huangpu

Per ammirare il pazzesco skyline di Shanghai, la crociera sul fiume è immancabile! Ovviamente va prenotata la sera (non come me), quando potrete vedere i palazzi illuminati.

Ragazza sulla crociera sul fiume Huangpu, con sfondo i grattacieli di Shanghai
La crociera sul fiume Huangpu, che costeggia i più bei grattacieli

7. Immergersi nell’atmosfera di Xīntiāndì

Xīntiāndì è un’elegantissima zona pedonale all’interno dell’ex Concessione Francese, dove potrete fare shopping nelle boutique alla moda o godervi un drink e una cena in uno dei tanti ristorantini all’aperto. Inutile dire che si respira un’aria molto occidentale, ma è impossibile non lasciarsi affascinare!

Scorcio di un'elegante via del quartiere di Xīntiāndì a Shanghai
L’elegante e vivace Xīntiāndì

8. Perdersi tra i vicoli di Tiánzifáng

Sempre all’interno dell’ex Concessione Francese, questo labirinto di vicoli ha un aspetto molto diverso e più autentico rispetto a Xīntiāndì. Esplorando le viuzze che si intersecano troverete gallerie d’arte, negozi di souvenir e originali attività commerciali, oltre ovviamente a bar e caffè.

Cartello con indicazioni per raggiungere i vicoli di Tiánzifáng
I vicoli di Tiánzifáng

9. Bere un drink sulla terrazza del Grand Hyatt

Che siate o meno amanti dei locali più “fighetti” (Shanghai è di per sé piuttosto fighetta), vi consiglio assolutamente di prendervi un drink al Vue Bar, il locale sul rooftop dell’hotel Grand Hyatt. L’ingresso, comprensivo di un drink, costa ¥ 110 (circa €14), e la vista è impagabile! Consiglio: se rimanete fino alle 23 potrete ammirare il suggestivo momento dello spegnimento dei grattacieli.

Calice di prosecco con vista sui grattacieli di Shanghai
La vista pazzesca dal Vue Bar

10. Ammirare i grattacieli da Lujiazui al tramonto

Per una prospettiva diversa da quella più classica dei grattacieli di Pudong, vi consiglio di recarvi dall’altra parte del fiume, nel quartiere finanziario di Lujiazui. Qua ci sono almeno due punti da cui godere di una vista fantastica e meno scontata: il Lujiazui Central Greenland, un parco dove vi sembrerà di essere avvolti dai grattacieli, e il ponte circolare, da cui potrete avvicinarvi agli edifici simbolo che tutti conosciamo bene: la Financial Tower (il particolarissimo “cavatappi”), la Shanghai Tower, e l’iconica Oriental Pearl Tower.

Vista sui grattacieli di Shanghai da un parco, al crepuscolo
I grattacieli visti dal Lujiazui Central Greenland

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *