Emilia Romagna,  Italia

Labirinto della Masone: visita al labirinto di bambù più grande del mondo

Di tutte le cose che mi sarei aspettata di vedere in Emilia Romagna, di sicuro un labirinto non era tra queste. E non parlo di un labirinto qualsiasi, ma del labirinto di bambù più grande del mondo!

Labirinto della Masone: dove si trova e perché visitarlo

Il Labirinto della Masone si trova a Fontanellato, poco distante da Parma.

Ispirato dallo scrittore argentino Jorge Luis Borges e dalla passione per i bambù, l’editore e designer Franco Maria Ricci impiegò 10 anni (dal 2005 al 2015) per ideare, progettare e realizzare questo splendido labirinto formato da circa 200.000 bambù di 20 specie diverse. Pensate che il percorso si estende per un totale di 3km!

Alte canne di bambù viste dal basso, che coprono quasi interamente il cielo
Le canne di bambù che formano il labirinto

Oltre a meritare una visita per la sua unicità, si tratta di un posto dove regna una pace surreale, dove vale la pena passeggiare con i propri pensieri o anche vivere un’esperienza insolita con gli amici o la dolce metà.

Visita al Labirinto della Masone: info e costi

Non appena varcata la soglia d’ingresso del labirinto, si viene subito avvolti da una luce soffusa e un silenzio suggestivo. Nonostante sia un posto incredibile, non è molto conosciuto, e difficilmente lo si trova affollato (il che rende tutto più affascinante).

Addentrandosi e avventurandosi tra i corridoi, perdere il senso dell’orientamento è facile, ma non c’è nulla da temere: prima dell’ingresso il personale fornisce a ciascun gruppo un numero identificativo e un telecomando per chiedere aiuto. Lungo il percorso troverete i riferimenti da dare al personale per farvi venire a recuperare (ma sono certa che non ne avrete bisogno!).

Sparse all’interno del labirinto troverete anche alcune opere d’arte, spesso realizzate con bambù.

Tunnel formato da bambù che termina in uno spazio aperto con un'opera d'arte a forma di sfera formata da bambù
Opere d’arte all’interno del labirinto
  • Orari: il Labirinto è aperto tutti i giorni, tranne il martedì, dalle 10:30 alle 19:00 in periodo estivo, e dalle 9:30 alle 18:00 in periodo invernale. L’ultimo ingresso è consentito un’ora prima della chiusura.
  • Costi: il biglietto ordinario ha un prezzo di € 18, mentre per gli Under26 e gli studenti il prezzo è di € 12.
  • Prenotazione: a causa della recente emergenza sanitaria, al momento è necessario acquistare i biglietti per la data desiderata direttamente sul sito del Labirinto.
Ingresso in mattoni rossi di un labirinto formato da canne di bambù
L’ingresso al labirinto

Gli edifici oltre al Labirinto

Oltre alla bellissima struttura di bambù, anche gli edifici che si trovano all’ingresso e all’uscita del Labirinto contribuiscono al fascino del posto.

Le architetture sono state progettate dal noto architetto di Parma Pier Carlo Bontempi, sono interamente realizzate in mattoni a mano e si ispirano ai grandi architetti del periodo della Rivoluzione Francese.

  • Corte d’Ingresso: al vostro arrivo la prima struttura che vi si presenterà è la Corte d’Ingresso, un’area ad accesso libero che, oltre all’ingresso al Labirinto, ospita il Bistrò, il Caffè e il Bookshop.
  • Torretta Panoramica: salendo le scale a chiocciola fino alla cima della torre, potrete godere di una splendida vista dall’alto dell’intero Labirinto. Da qui potrete intuire la caratteristica pianta a forma di stella ispirata alla città di Palmanova.
  • Corte Centrale: quando (se) riuscirete ad uscire dal Labirinto, vi accoglierà questa bella Corte Centrale circondata da pilastri, dove è ospitata la particolarissima Piramide.
  • Piramide: la Piramide si trova su una terrazza che offre una bella vista sia sul labirinto che sulla Corte Centrale. All’interno della Piramide si trova una piccola cappella sul cui pavimento è disegnato, naturalmente, un labirinto.
Cortile all'interno di una struttura in mattoni rossi
La Corte d’Ingresso. Credits @www.labirintodifrancomariaricci.it

La Collezione d’Arte di Franco Maria Ricci

Prima di concludere la vostra visita, il biglietto di ingresso include l’accesso alla collezione privata di Franco Maria Ricci, che comprende opere di pittura e scultura che vanno dal ‘500 al ‘900, oltre che alcune interessanti edizioni di libri.

Se vi incuriosiscono i posti particolari, non potete assolutamente farvi mancare una visita a questo incredibile Labirinto!  

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.